open_italy_2020

Pigro testimonial a Open Italy 2020 per l’innovazione tecnologica

Il Consorzio Elis, attivo da più di 25 anni, conta più di 70 grandi aziende. Con il programma Open Italy vuole mettere in contatto grandi imprese, Startup italiane, Venture Capitalist e centri di ricerca al fine di favorire il dialogo e la realizzazione di concrete innovazioni.

Dopo il successo ottenuto nella scorsa edizione Open Italy Elis 2019, con i due progetti di co-innovazione per Sky e Trenord, Pigro è testimonial alla tappa bolognese del Open Innovation Roadshow 2020, dopo il quale avranno termine le candidature delle startup.

Il 5 Febbraio 2020 si terrà Bologna la presentazione del progetto Open Italy 2020. A rappresentare la cultura dell’Open Innovation saranno presenti attori dal mondo Corporate, Venture Capitalist, Startup, Partner e Media.

Pigro racconterà la sua esperienza nell’edizione 2019, dove ha visto premiati i due progetti di Chatrail e Contact, coordinati da Elis e rispettivamente in collaborazione con Trenord e Sky.

Nel campo della Customer Engagement, Pigro si è messa in gioco con Trenord per migliorare la user experience e potenziare i canali di comunicazione con i clienti.

Per fare ciò ha realizzato un assistente virtuale in grado di rispondere in linguaggio naturale alle domande poste dagli utenti.

Mentre, nel perimetro del Service Management, gli operatori tecnici di Sky sono stati aiutati a ottimizzare il tempo di risoluzione dei problemi. Questo grazie all’utilizzo di software di Intelligenza Artificiale di tipo statistico, che hanno reso possibile la creazione di assistenti virtuali capaci di gestire e apprendere informazioni, a partire da una documentazione dinamica di grandi dimensioni.

Anche quest’anno Open Italy rende possibile l’incontro di offerta e domanda a tema innovazione in Italia, con centinaia di nuove opportunità per confrontarsi e collaborare allo sviluppo di servizi sempre più efficienti e in linea con le richieste di mercato.

Cos’è Open Italy 2020

Innovation to impact: questo il claim che al meglio può rappresentare la quarta edizione di Open Italy.

L’obiettivo è quello di offrire un palcoscenico ai nuovi talenti in campo di innovazione e tecnologia, creando un doppio impatto per favorire l’innovazione italiana.

Da un lato Junior Talent e Startup hanno la possibilità di crescere confrontandosi con realtà professionali di alto livello, sfruttando risorse corporate e avendo l’opportunità di collaborare con grandi aziende in diversi mercati.

Dall’altro Partner ed Expert riceveranno una via privilegiata per sviluppare concreti progetti di innovazione, grazie al costante clima di confronto e contaminazione e agli incontri con altri stakeholder.

Come funziona Open Italy

Open Italy è il progetto messo a punto dal consorzio di imprese italiane Elis, per stimolare il processo di innovazione all’interno di grandi aziende e agevolare la crescita di quelle emergenti. Nell’arco di 12 mesi le migliori startup che si candidano vengono messe alla prova su alcune tematiche individuate dai CEO e CIO di grandi corporate.

La scorsa edizione ha portato alla realizzazione di 20 progetti innovativi a partire dal coinvolgimento di 262 startup, candidate e segnalate attraverso la piattaforma online di Elis. La valutazione di tali startup è avvenuta in seguito alla presentazione dei progetti durante le giornate Demo-Day, alle quali hanno assistito Innovation e Business manager delle aziende, abilitatori di innovazione e acceleratori di startup, partner e giudici di Open Italy.

Dopo aver presentato i progetti, i team di Co-Innovazione, composti da Startup, Corporate e Junior Talent, si confrontano delineando obiettivi ed attività per rispondere al meglio alle esigenze delle aziende. Durante la fase finale, nelle giornate di closing, i migliori Proof of Concept presentati dai team verranno premiati e raccontati di fronte ai CEO e CIO.

The Innovation Journey: il percorso 2020

Lo scorso 11 Dicembre è partito il viaggio di Open Italy da Roma, alla presenza di 70 corporate che hanno definito i perimetri d’innovazione della nuova edizione, confrontandosi sui business needs, ovvero i bisogni aziendali.

Il focus è puntato quest’anno al consolidamento della Community e alla realizzazione di progetti multistakeholder. Tra le novità, verranno implementati uno strumento digitale di collaborazione Corporate-Startup e un progetto dal forte impatto sociale chiamato “ITALY4THE PLANET”.

Svelati gli 8 perimetri di innovazione sui quali si delineerà tutto lo sviluppo di Open Italy 2020, assisteremo ad un percorso di innovazione fatto di 10 tappe in Italia, 6 incontri-seminari, 6 incontri per la community e tre tappe internazionali tra cui Berlino e Londra.

Le migliori Startup candidate si confronteranno sui temi di

  • Customer engagement & new sales Channel
  • Smart health & safety
  • Digital HR & New ways of working
  • Cyber Tech
  • Operation improvement & Optimization
  • Clean Technologies & Advanced Materials
  • Urban Intelligence & Smart Mobility
  • Circular Economy & Social Innovation

Per tutte le novità del programma Open 2020 è possibile consultare open-italy.elis.org/ .

Comments are closed.